Ultime notizie dal Blog di Copyr

Le piante ornamentali

L'iris

pubblicato il 28.04.2017

A metà primavera fioriscono gli Iris, anche detti Giaggioli (Iris barbata, famiglia delle Iridaceae), piante perenni molto eleganti che si sviluppano a partire da un rizoma, o bulbo, sotterraneo. Sono caratterizzati da lunghe foglie nastriformi, di colore verde chiaro e consistenza vellutata. I fiori sono molto appariscenti, composti da petali grossi di colore viola, blu, giallo o bianco.
Sono piante rustiche e facili da coltivare, che si adattano a qualsiasi tipo di terreno, anche se prediligono un terreno sciolto, sabbioso-argilloso e fresco, in posizione preferibilmente soleggiata o semisoleggiata. I rizomi, cioè i bulbi sotterranei degli iris, non devono essere piantati molto profondi, ma piuttosto in superficie, pochi cm sotto terra. Ogni 3-4 anni è bene dissotterrarli, pulirli e dividerli, quindi rimetterli a dimora più larghi, sempre pochi cm sotto terra. In questo modo si rinnovano e si allargano le piante. E’ possibile coltivarli in vaso, anche se è meglio in aiuole del giardino, considerata la tendenza dei rizomi di questa pianta di allargarsi ad occupare spazio.
Bagnate poco i vostri Iris, poiché non sono piante che richiedono molta acqua; è sufficiente innaffiarli ogni 10 giorni circa nel periodo più caldo dell’anno. Eccessi di umidità nel terreno sono dannosi e possono provocare l’insorgenza di malattie fungine e marciume dei rizomi. Se vedete comparire macchie nere sulle foglie, intervenite immediatamente con un prodotto fungicida!

La zucca ornamentale

pubblicato il 22.02.2017

In casa: come creare un angolo di piante verdi

pubblicato il 06.02.2017

Fiori e Colori

Dopo la fioritura, potate la forsizia

pubblicato il 21.04.2017

E’ la prima pianta a fiorire in primavera, dopo il lungo riposo invernale; la forsizia (Forsythia) è molto apprezzata anche per questo, per la vivacità e per il suo colore solare che sprigiona dopo il grigio e freddo inverno appena concluso, ravvivando parchi, giardini e aiuole cittadine.
Questo arbusto ha la caratteristica di emettere i boccioli prima dei germogli: i fiori si aprono infatti sui rami nudi, ancora privi di foglie; solo dopo la fioritura, queste inizieranno ad aprirsi, infittendo la chioma del cespuglio e colorandolo di verde.
Ed è proprio subito dopo la fioritura che bisogna potare la forsizia. Questa pianta, infatti, porta i fiori sui rami di un anno; potandola immediatamente dopo la fioritura, si dà l’opportunità alla pianta di formare i nuovi rametti che porteranno i fiori la primavera successiva. Attenzione, dunque, a non attendere l’autunno/inverno per potare la forsizia, poiché così facendo si eliminerebbero i rami fioriferi e a primavera la pianta non avrà alcun bocciolo!
Con la potatura si raccorciano tutti i rami troppo lunghi, ridando una forma regolare al cespuglio. Si eliminano, inoltre i rami secchi, lesionati o troppo esili.
Per dare più energia alla forsizia, inoltre, aggiungete un po’ di concime al terreno; scegliete Fortyl Bellezza, concime apposito per piante fiorite e verdi, in grado di ravvivare la bellezza e lo splendore delle piante ornamentali. Seguite sempre dosi e modalità di utilizzo indicate in etichetta.

Fioritura delle Lagerstroemie

pubblicato il 22.07.2016

Fiore del mese

pubblicato il 27.06.2016

L'orto

Raccogliete i primi pisellini freschi nell'orto

pubblicato il 14.04.2017

Godetevi le primizie del vostro orto; i primi pisellini freschi sono pronti per essere raccolti, teneri e dolci, da gustare come contorno o in colorati minestroni.
La coltivazione dei piselli è molto semplice, ma richiede qualche cura in più se si vuole avere piante sane e prevenire l’attacco di insetti dannosi, soprattutto gli afidi (Acyrthosiphon pisum, l’afide verde del pisello ad esempio), che facilmente attaccano queste piante. Fiori e germogli, in particolar modo, possono essere attaccati e invasi da colonie di questi insetti minuscoli, grigio-verdi, delle dimensioni di una capocchia di spillo. Imbrattano i tessuti indebolendoli e riducendone lo sviluppo. Sono inoltre vettori di malattie da virus in grado di comprometterne sviluppo e produttività. Contro il proliferare di questi dannosi insetti, utilizzate prodotti naturali a base di piretro, ammessi in agricoltura biologica.

Che fare se le lumache si mangiano i cavoli?

pubblicato il 14.02.2017

Difendete i cavolfiori dagli insetti!

pubblicato il 02.12.2016

Pratiche agronomiche

Trattate i peri contro la ticchiolatura!

pubblicato il 07.04.2017

Una delle più diffuse malattie che colpiscono il pero è la Ticchiolatura! Come si riconosce? Il sintomo tipico è rappresentato dalla comparsa di macchie tondeggianti di colore bruno sulle foglie; parimenti, sui frutticini compaiono delle macchioline scure, ricoperte di muffa, che tendono poi a spaccarsi in superficie. I frutti vengono così rovinati. Anche il tronco e i rami, nelle situazioni più gravi, presentano sintomi della malattia, con la comparsa di fessurazioni e cancri. Il responsabile di questa malattia è un fungo, Venturia pirina, le cui spore si diffondono col vento da una pianta all’altra e si sviluppano favorite dall’umidità.

Che fare per prevenire o combattere questa malattia? Eseguite trattamenti con prodotti a base di rame (Idrorame flow o Poltiglia bordolese): in inverno e in primavera, prima del germogliamento (allo stadio di gemma rigonfia). Eliminate e distruggete tutti i rami malati eventualmente presenti sulla pianta. Chiedete consigli all’agronomo online!

La Stevia, dolcificante naturale

pubblicato il 26.10.2016

Invasi dalle formiche?

pubblicato il 03.08.2016

Chiedi all'agronomo

Chiedi un consiglio al
nostro agronomo,
ti risponderà al più presto!

Il servizio è completamente gratuito, puoi effettuare una richiesta o inviarci una foto. clicca qui!

Ultime dal forum di Copyr Giardinaggio

Ezio Pecchiari
26.04.2017
Gent. Agronomo Ho seminato dei fagiolini e le piantine appena nate sono già con le foglie gialle. ...
Pierpaolo De Pascalis
20.04.2017
Salve, ho alcune piantine di peperoncino in cui le foglie sembrano si siano accartocciate. Mi sa dir...
Melania Sala
17.04.2017
Buonasera, abbiamo un piccolo giardino a 600 mt. sul lago maggiore, abbastanza in ombra e umido sopr...
"Ricordati di..." è un rubrica dedicata interamente a consigli utili per la difesa e la cura delle tue piante. Segui i consigli del nostro agronomo per mantenere le tue pianti belle e forti.
Aprile
Soluzioni per
Lumache e limacce
Trappola per lumache
Trappola per lumachevai alla scheda