• Home »
  • Blog »
  • Se il prato ha delle macchie…

Dal blog di Copyr

Equilibrio Naturale

Se il prato ha delle macchie…

pubblicato il 13.07.2017

Luglio è il periodo in cui più ci godiamo il prato del giardino… i giochi dei bambini, le grigliate con gli amici, i pomeriggi di relax… Il prato deve essere in perfetta forma, verde e folto, da calpestare a piedi nudi per sentirlo in tutta la sua interezza.
Umidità, sole e usura, tuttavia, possono causare la comparsa di macchie, in alcuni casi si tratta semplicemente di aree rovinate dal calpestio, in altri possono essere macchie causate dallo sviluppo di malattie fungine.
Sono principalmente tre le malattie fungine che danneggiano il prato:

  • La malattia chiamata “dollar spot” viene provocata dal fungo Sclerotinia homeocarpa: è caratterizzata da piccole macchie clorotiche (del diametro di 3-6cm), che col tempo tendono a imbrunire e necrotizzare, congiungendosi a interessare ampie zone irregolari del prato.
  • Il “marciume rosa” viene provocato da Microdochium nivale: piccole macchie circolari di colore rosa, del diametro inferiore a 5cm, compaiono sul prato e tendono ad allargarsi se non bloccate in tempo.
  • La “macchia bruna” viene invece provocata da Rhizoctonia solani: sul prato compaiono macchie estese fino anche a 2m di diametro.

Per difendere il prato, utilizzate un prodotto fungicida efficace nei confronti di queste malattie. E per rendere il manto erboso più forte e bello, somministrate regolarmente, per tutta la stagione primaverile-estiva, un concime specifico per il prato, quale Fortyl Relax Prato, in formato microgranulare (seguite dosi e modalità di somministrazione indicate in etichetta).