Cassida del carciofo

Categoria: Parassiti

La Cassida (Cassida deflorata) è un coleottero fitofago diffuso in Italia centro-meridionale e nelle isole.

Gli adulti, lunghi 8-9 mm, sono di colore verde chiaro, mentre gli stadi larvali sono caratteristici per il colore giallastro, maculato di bruno nella parte dorsale, ma soprattutto per i tipici processi spinosi che ornano tutto il loro corpo. Adulti e larve compiono erosioni a carico del parenchima fogliare, rispettando l'epidermide opposta e le nervature. Le foglie fortemente scheletrizzate disseccano con conseguenti ripercussioni negative sull'attività vegetativa e sull'accrescimento delle giovani piante. Le larve maturano in primavera e in estate si hanno i nuovi adulti che dopo un periodo di latenza estivo possono riprendere una certa attività trofica in autunno. Questo fitofago sverna da adulto in vari ricoveri vicini ai coltivi; in primavera gli adulti si portano sui campi di carciofo. Le larve, nascono dalle ovi-deposizioni primaverili degli adulti svernanti. Le larve maturano a fine primavera (maggio) ed originano, in estate, i nuovi adulti che poi sverneranno L'insetto compie una sola generazione all'anno.

 

Le piante colpite da questa malattia