LIBRERIA - Schede botaniche

Effettua la ricerca

Citronella

 

Esposizione: questa pianta ama i luoghi soleggiati, o semi-ombreggiati, riparati dal vento. Le piante possono essere portate all'aperto solo se ogni pericolo di gelate è ormai passato. In genere si spostano in giardino, o sul terrazzo, nel mese di aprile-maggio
Coltivazione: essendo una pianta tropicale esige un ambiente caldo e umido. Si può coltivare in appartamento. Nei mesi caldi può essere collocata sul terrazzo o in giardino
Messa a dimora: in autunno è possibile dividere i cespi di foglie, lasciando alcune radici; le nuove piante così ottenute si pongono direttamente a dimora, oppure si fanno svernare in luogo riparato, per porle a dimora in primavera
Innaffiatura:
regolari da marzo a ottobre. Evitare di lasciare acqua stagnante.

La citronella è una pianta non soggetta ad attacchi di parassiti o a malattie particolari.

 

La pianta di citronella appartiene al genere Cymbopogon ed alla famiglia delle Poaceae. Il suo nome scientifico è Cymbogopon nardus. Questa pianta ha origine in India, Indonesia e in Malesia. Viene coltivata nei giardini e in vaso a scopo ornamentale. Lo sviluppo è eretto, il fusto porta delle foglie nastriformi (sullo spessore della lamina fogliare prevale moltissimo la larghezza) di un bel colore verde intenso tendente al bluastro e ricadenti ed entrambi emanano un gradevole profumo che ricorda il limone. Viene largamente usata in India e in altri paesi dell'Asia come ingrediente di salse e zuppe. Viene usata in Asia e in Africa per la preparazione di tisane. Inoltre viene apprezzata per l'estrazione di un olio aromatico.

Parassiti e malattie

Non ci sono malattie che colpiscono questa pianta
Scrivi all'agronomo